Ra’s al Ghul Testa del Demone

La DC Comics, colosso editoriale di Burbank, ha costruito attorno al suo personaggio più rappresentativo Batman una galleria di freak che ha contribuito a scolpire nell’immaginario collettivo la figura dell’uomo pipistrello. Sovente, l’immagine speculare negativa dell’alter ego di Bruce Wayne è riconosciuta nel Joker: una sorta di clown malvagio e schizofrenico che si è dimostrato ripetuta e letale spina nel fianco. Ma, se dovessimo identificare il villain più carismatico, tenebroso e legato indissolubilmente a Batman, la risposta dovrebbe essere solo una: Ra’s al Ghul, che in lingua araba significa Testa del Demone.

batman-detective-comics
Copertina di Batman Detective Comics © Tutti i diritti riservati.

Il Demone Ra’s al Ghul

Ra’s al Ghul è il primo avversario a scoprire la vera identità di Batman ed è anche, senza dubbio, quello con la più grande vastità di mezzi a disposizione. Idealmente è immortale: ricorre alle misteriose pozze di Lazzaro per rigenerarsi da ogni tipo di ferita, anche letale, sino a poter letteralmente risorgere nella terra degli uomini. In virtù di questa caratteristica, che contribuisce a renderlo una sorta di demone, Ra’s al Ghul, figlio del pressoché invincibile Sensei, ha un’età imprecisata, probabilmente di diverse centinaia di anni. È inoltre il capo indiscusso di una delle più potenti organizzazioni di guerrieri ninja: La Lega degli assassini.

La Lega del Demone

La Lega degli assassini è una setta di mercenari con origini antiche, con ogni probabilità antecedenti alla nascita di Roma. Lo scopo della Lega è di costituire una forza mondiale capace di sradicare ogni forma di governo corrotto e decadente, oltre a spingere questi organi legislativi verso una naturale distruzione per soppiantarli con un nuovo ordine. L’altro scopo non meno importante, che la Lega degli assassini si è imposta, riguarda la cancellazione delle guerre in Medio Oriente. Ogni membro della setta è sottoposto ad allenamenti mentali, spirituali e fisici mirati a trasformarli in perfette e micidiali macchine umane. La Lega degli assassini è esperta in qualsiasi tipo di scontro fisico, in strategia e nell’uso delle armi, con lo scopo di raggiungere una totale perfezione genetica.

La mia sicurezza è il risultato dell’esperienza. Di molte vie. Ho incrociato spade nelle corti di Luigi XII fino al XVI. Ho sconfitto i maestri schermitori di Heidelberg alla fin de siecle. Sono stato l’unico sopravvissuto in un cerchio di lotta cosacca. Ho ucciso più uomini in duello di quanti giorni tu abbia vissuto su questo pianeta! (Ra’s al Ghul dal fumetto Batman.)

detective-comics-anniversary
Cover di Detective Comics con Ra’s al Ghul © Tutti i diritti riservati.

Il rispetto del Demone

Ra’s al Ghul ha un codice etico molto particolare. Odia Batman e allo stesso tempo ne ha rispetto, perché il cavaliere oscuro rappresenta ciò che nessun uomo della Lega degli assassini è mai riuscito a raggiungere: un singolare equilibrio tra le capacità della mente e del corpo, insieme a una ferra determinazione nel raggiungere l’obiettivo. In Batman, Ra’s al Ghul vede un potenziale assoluto, limitato soltanto, a suo dire, dai vincoli morali che il cavaliere oscuro ha abbracciato: Batman non uccide, mai e in nessun caso, preferisce estirpare il male rinchiudendolo dietro delle solide sbarre, magari di una clinica psichiatrica. Ciò nonostante, l’ecoterrorista immortale stabilisce che il patrimonio genetico di Bruce Wayne è l’unico ideale per la figlia Talia e quindi per soddisfare la propria discendenza, così gli offre più volte la mano della sua primogenita e l’ingresso nella Lega degli assassini. Senza successo.

La vittoria del Demone

Ra’s al Ghul è probabilmente uno degli avversari più determinati e irriducibili del cavaliere oscuro. Ha accumulato, nei secoli, una straordinaria vastità di ricchezze, superiore a quelle dello stesso Bruce Wayne e ha investito il patrimonio in tecnologia, eserciti, armi, medicina e genetica: Ra’s al Ghul, oltre a essere un lungimirante stratega, è anche uno degli spadaccini più abili al mondo ed un esperto nelle arti marziali. Il suo intelletto gli permette non solo di scoprire l’identità del nemico che odia e rispetta, ma anche di ucciderlo: solo grazie ai sentimenti controversi di Talia, diventata negli anni amante di Batman, questi ritorna in vita, dopo aver subito la massima sconfitta.

Cos’è Superman se non un simbolo degli aspetti più positivi dell’umanità, detective? In tutto il pianeta, non importa di quale politica o religione, è il simbolo più visibile della speranza. Anche coloro che lo odiano lo ammirano per questo. (Ra’s al Ghul dal fumetto Batman.)

I figli del Demone

Talia al Ghul non è l’unica figlia dell’ecoterrorista immortale, c’è anche Nyssa Raatko, nata nel diciottesimo secolo, grazie alla fervida mente dello scrittore Greg Rucka. Nyssa ottiene i favori del padre al punto che egli le permette di usufruire delle pozze di Lazzaro. La figlia però nutre forti dubbi sulle ragioni del padre e decide di voltargli le spalle. Come conseguenza, lui la rinnega. Nyssa Raatko finisce in un campo di concentramento, durante la seconda guerra mondiale, e le costa la sterilità. Ra’s al Ghul, alleatosi con i nazisti, diviene quindi l’obiettivo della vendetta di Nyssa. In seguito, la figlia cade per mano di Cassandra Cain, una delle incarnazioni di Batgirl. Fantasma Bianco, Dusan, è il figlio maschio e albino dell’ecoterrorista: per questa sua particolarità, Ra’s al Ghul lo respinge. Nonostante ciò, Dusan arriva a sacrificare la propria vita per salvare quella del padre.

Il nipote del Demone

Dall’attrazione tra Bruce Wayne e Talia al Ghul, per ironia della sorte, sebbene il cavaliere oscuro abbia respinto l’ipotesi di un matrimonio con la figlia di Ra’s al Ghul, nasce un bambino: Damian. Inizialmente, la nascita del primogenito di Batman è una sorta di espediente narrativo alternativo ordito da Mike W. Barr, per la sua graphic novel Batman: il figlio del demone, poi Grant Morrison decide di introdurre il personaggio anche nella storia ufficiale del cavaliere oscuro. Questo consente a Ra’s al Ghul di ottenere un insperato e importante successo nei confronti del detective, suo storico avversario: la discendenza geneticamente perfetta che insegue caparbiamente. Damian Wayne, conosciuto anche come Damian al Ghul, ha in sé le qualità del padre Bruce e l’astuzia diabolica del nonno materno Ra’s. A Batman è nascosta la sua nascita per vari anni, nel frattempo Damian è addestrato dai migliori e più feroci assassini della Lega.

liam-neeson-ghul
Liam Neeson in Ra’s al Ghul © Tutti i diritti riservati.

Il Demone sul grande e piccolo schermo

Un personaggio di tale portata, qual è Ra’s al Ghul, offre a cinema e televisione vasti spunti narrativi. La sua incarnazione più celebre, a oggi, è senza dubbio quella offerta da Christopher Nolan, regista di una recente e acclamata trilogia di Batman, che lo inserisce proprio nella prima pellicola dedicata al cavaliere oscuro: Batman Begins. Nel film, il volto di Ra’s al Ghul è affidato all’attore Liam Neeson, che per merito di una fisicità imponente e di un indubbio carisma riesce a fornire un’interpretazione di assoluto prestigio. Il suo Ra’s è così memorabile da ottenere anche un piccolo cameo nella terza pellicola della saga: Il cavaliere oscuro – il ritorno, dove Neeson appare sotto forma di allucinazione. Sul piccolo schermo, l’ecoterrorista immortale è invece ottimamente interpretato dall’attore Matt Nable, che seppure sia un sostituto di Liam Neeson – interessato alla parte ma costretto a rinunciarvi per precedenti impegni – lascia il segno nel serial Arrow. Un terzo attore, Alexander Siddig ottiene il ruolo di Ra’s nel serial Gotham. Ma cinema e televisione sapranno rinverdire, c’è da aspettarselo, anche in futuro l’interesse verso Testa del Demone.

Curiosità sul Demone

Come avviene spesso nello scambio tra cinema e fumetto, personaggi e caratteristiche sono mutate in base alle esigenze di copione e di scrittura. Ra’s al Ghul non ha un vero e proprio alter ego nel fumetto della DC Comics, ma sul grande schermo la questione è un po’ diversa. Henri Ducard – figura minore nel cosmo di Batman, e responsabile dell’istruzione come detective di Bruce Wayne – nell’interpretazione di Liam Neeson sul grande schermo è nientedimeno che il nome fittizio dell’ecoterrorista. In Batman Begins, Neeson inizialmente inganna Bruce fingendosi un semplice mercenario al soldo della Setta delle Ombre, amareggiato per la perdita della moglie. Dopodiché, nella medesima pellicola, Neeson afferma di essere lui stesso Ra’s al Ghul.

Il Demone è il settimo cattivo di tutti i tempi

Il sito IGN ha stilato la classifica dei più grandi nemici di sempre nella storia dei comics e, come si poteva intuire, a Ra’s al Ghul spetta una posizione di grande evidenza nelle cento posizioni segnalate: l’ecoterrorista, nemico giurato di Batman e dell’ordine mondiale costituito, occupa infatti la settima posizione.

Letture consigliate per Ra’s al Ghul

  1. Batman: Nascita del Demone, prima uscita 2012, di Mike W. Barr e artisti vari. Editore RW Lion. Lingua italiana.
  2. Batman: Il Demone vive ancora, prima uscita 2014, di Dennis O’Neil e Neal Adams. Editore RW Lion. Lingua italiana.
  3. Batman: La resurrezione di Ra’s al Ghul, prima uscita 2017, di Grant Morrison e artisti vari. Editore RW Lion. Lingua italiana.

tabella_ra's_al_ghul

———

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...