Le ulteriori avventure della DC Comics in Italia

Si conclude dopo nove (travagliati) anni la gestione dei diritti DC Comics per mano dell’editore RW, con etichetta Lion. La casa editrice, che raccoglie il testimone dalla spagnola Planeta, esce di scena piuttosto mestamente, con un comunicato ufficiale da parte del distributore esclusivo, Terminal Video. In passato ciò avrebbe coinciso con la cessazione delle pubblicazioni italiane – situazione purtroppo ben nota ai fumetti di Superman & Co – e una duratura assenza dal panorama delle edicole e delle fumetterie nostrane. Oggi la DC Comics si appresta a vivere invece ulteriori avventure cartacee sul territorio nazionale.

Le sfortune editoriali della DC in Italia

Un passo indietro è necessario per comprendere come mai i super-eroi più iconici dei comics sono giunti a una nuova ripartenza in uno dei momenti più difficili per l’intero mondo dei fumetti, nonostante i principali esponenti di questo marchio editoriale abbiano attecchito nell’immaginario collettivo di numerose generazioni. Superman, Batman, Wonder Woman sono universalmente conosciuti dall’uomo comune, appassionato o meno della nona arte: quindi per quale motivo la DC Comics, in Italia, arranca? Tra le altre cause, c’è il susseguirsi di gestioni editoriali inadeguate e l’approdo in edicola in vari momenti storici controversi.

dc-comics-universe-alex-ross-ndf
DC Universe da Alex Ross © Tutti i diritti riservati.

Costume e storia contro la DC

L’universo DC ha già spento le ottanta candeline ed ha avuto la sfortuna di sbarcare poco dopo la nascita americana in Italia, in uno dei periodi peggiori della storia: il 1939, a ridosso del fascismo e della seconda guerra mondiale. Il rigore dell’epoca costringe l’editore italiano a cambiare il nome originale dei personaggi DC, creando tra i lettori, negli anni, una comprensibile confusione: Superman diventa inizialmente Ciclone, Batman viene rinominato Ala d’Acciaio e sorte simile tocca a tutti gli altri eroi in calzamaglia, con delle modifiche ai vari emblemi ricuciti sopra i costumi.

Nembo Kid, l’Uomo Pipistrello e il Codice Morale

Nemmeno l’avvento di un grosso nome come quello della Mondadori cambia la situazione. La casa editrice adotta una sorta di codice morale per salvaguardare i minori dell’epoca e, nei primi anni sessanta, preferisce variare le vignette ritenute più dannose all’educazione dei lettori adolescenti. Non bastano le modifiche ai nomi originali dei personaggi, ai colori e ai loghi dei costumi: variano i testi e persino i disegni, talvolta ricostruiti senza alcun riguardo nei confronti delle pubblicazioni americane. Variano persino i formati, per non urtare troppo la sensibilità dei ragazzini.

La censura, la Marvel e i gusti del pubblico

Falcidiati da stravolgimenti editoriali, da un’incomprensibile censura e dall’avvento di nuovi personaggi del genere nero, gli eroi della DC trovano sulla loro strada un nuovo temibile avversario: la Marvel Comics. Stan Lee e soci riescono a creare delle versioni moderne e agguerrite dei personaggi a fumetti: i super-eroi con super-problemi. La Corno intuisce le potenzialità di questo nuovo universo e domina il mercato italiano sin dai primi anni settanta, poco dopo l’abbandono di Mondadori e prima dell’avvento della Cenisio. Negli anni seguenti, in Italia, la DC non riesce mai ad eguagliare il successo Marvel ed è sempre costretta a rincorrere Uomo Ragno & Co con vendite, mediamente, dimezzate rispetto agli albi Corno.

rw-lion-logo
Logo RW Lion © Tutti i diritti riservati.

Prima della RW Lion

Dopo una parentesi DC gestita dalla Williams, la Cenisio raccoglie il testimone dal 1976 al 1984, con un buon numero di collane e una discreta gestione editoriale. Gli anni ottanta segnano però una delle più grosse crisi del mercato per i super-eroi e la stessa Corno è costretta a chiudere i battenti. Dalla fine degli anni ottanta agli anni duemila, i diritti DC passano a vari editori: Rizzoli, Comic Art, Play Press, Planeta De Agostini e, infine, alla RW Edizioni. In realtà, varie figure di quest’ultimo editore gestiscono già l’apparato redazionale della Planeta, la quale si limita a una sorta di distribuzione e traduzione degli albi.

lanterna-verde-rinascita-ndf
Cover Lanterna Verde Rinascita della RW Lion © Tutti i diritti riservati.

Gli errori della RW Lion

Il lungo periodo caratterizzato dalla gestione della RW parte con i migliori presupposti: Flashpoint, New 52 e Rebirth, eventi che trascinano la DC Comics in terra natìa e nel nostro stesso paese, con Batman leader di vendite e una mole di uscite molto corposa. Quali sono stati i passi falsi della RW? Difficile capire cos’è accaduto dietro le quinte della casa editrice, ma è facile ipotizzare un approccio poco rigoroso e molto approssimativo.

  1. Un claudicante rapporto di comunicazione con il lettore tipo, diventato completamente assente con il passare degli anni e soprattutto nelle ultime stagioni.
  2. La discutibile scelta di un formato – le 72 pagine – che penalizza la qualità dei periodici offrendo comprimari deboli e poco graditi agli appassionati.
  3. Il frequente cambio di distributore con i conseguenti pesanti ritardi di uscita per albi quindicinali e mensili.

L’avventura DC perde colpi e lettori, profetizzando una lenta agonia e un’uscita di scena ben dolorosa.

Il futuro italiano della DC Comics

È storia recente il passaggio dei diritti dell’editore di Burbank alla Panini Comics e la speranza di un rilancio, in grande stile, di Superman & Co affiora nei cuori dei fans: con la programmazione di cinque numeri alfa dedicati agli eroi più importanti – Superman, Batman, Wonder Woman, Lanterna Verde e Flash – e di dieci collane regolari, la Panini sembra voler adottare ogni risorsa a sua disposizione per riportare in auge gli iconici personaggi americani divenuti, ormai, patrimonio mondiale di costume, cultura e intrattenimento per le generazioni di ogni età.

———

Un pensiero riguardo “Le ulteriori avventure della DC Comics in Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...